1.2.3 - Minuta di lettera

Segnatura: Sub-fondo Navi di Nemi, b. 1, fasc. 1, sf. B.2, c. 3

Tipologia: unità documentaria
Titolo: Lettera
Estremi cronologici:
1928 giugno 9

Contenuto: Minuta di lettera di [Valerio Mariani], segretario dell’Istituto di Archeologia e Storia dell’Arte, a Guido Ucelli, ingegnere.

Mittente: [Valerio Mariani]
Destinatario: Guido Ucelli
Luogo di partenza: Roma
Luogo di arrivo: [Milano]

Regesto: [Valerio Mariani] fa riferimento ad una lettera mostratagli dal Senatore Corrado Ricci in data 5 giugno corrente anno inerente una fotografia dei resti della banchina romana del Lago di Nemi eseguita da suo padre Lucio circa 10 anni prima. Seguono indicazioni generali sul luogo in cui fu scattata la foto.

Trascrizione:
“Ch/mo Ingegnere Ucelli,
Il Senatore Corrado Ricci mi ha mostrato la sua lettera in data 5 giugno nella quale si chiedono chiarimenti intorno ad una fotografia riproducente un tratto della banchina romana sul Lago di Nemi e giacché la fotografia stessa fu eseguita dal mio babbo ed io ero presente al momento in cui avvenne la riproduzione, sono in grado di informarla per quanto si tratti di ricordi di circa 10 anni fa.
Mio padre che aveva studiato le antichità dei castelli romani e che, come professore di archeologia nella R. Università di Roma si era occupato di studi nelle vicinanze di Roma rintracciò un tratto di banchina affiorante di poco sul livello del lago e seminascosta dalle vegetazioni ricchissime che circondano il Lago di Nemi: la fotografia in questione fu presa poco lungi dal punto di arrivo della strada “scorciatoia” che discende da Genzano al lago verso la cosiddetta “spiaggetta”.
Ricordo bene che i massi della banchina servivano allora alle lavandaie del paese per battervi i panni e non sporgevano dall’acqua che meno di un metro.
S’intende che, nella fotografia il muretto di sinistra non è collegato ai resti della banchina ma si tratta di una costruzione recente.
Sono a sua disposizione per qualunque altra informazione di questo genere giacché ho passato con la mia famiglia molte estati in campagna, precisamente a Genzano e conosco abbastanza bene quei luoghi.
Con molti saluti dal suo
Segretario dell’Istituto d’Arch. e Storia dell’Arte”

Consistenza: c. 1
Busta: 1
Fascicolo: 1
Nota dell’archivista: Firma mancante; si conserva una copia del documento.
Tipologia fisica: foglio
Supporto: carta
Descrizione estrinseca: Minuta di lettera dattiloscritta; mm 290x233; sul margine superiore: Prot. 532/G
Stato di conservazione: discreto

INASA - All Rights Reserved