2.1.3 - Lettera

Segnatura: Sub-fondo Navi di Nemi, b. 1, fasc. 2, sf. B.1, c. 3

Tipologia: unità documentaria
Titolo: Lettera
Estremi cronologici: 1931 marzo 20 [Anno IX]

Contenuto: Relazione del direttore della Regia stazione sperimentale per l’industria della carta e studio fibre tessili vegetali a Guido Ucelli, ingegnere.

Mittente: direttore della Regia stazione sperimentale per l’industria della carta e studio fibre tessili vegetali
Destinatario: Guido Ucelli
Luogo di partenza: Milano, Via Marina 59
Luogo di arrivo: Milano, Via Savona 58

Regesto: Il direttore della Stazione sperimentale trasmette i risultati delle analisi dei materiali tessili ricavati dalle Navi di Nemi all’ingegnere Ucelli .

Trascrizione:
“Con riferimento alla stim/ Sua 18 Gennaio us. vennero eseguite presso questa Stazione Sperimentale, ricerche sui campioni di reliquati tessili di Nemi, da Lei rimessici per incarico dell’Egr. Prof. Antonielli.
Il Campioncino di tessuto (4 x 5 cm. armatura reps di catena) dichiarato “Tessuto protettivo della carena della nave” risulta di tutta lana. Esso risulta impregnato di materie d’aspetto terroso parzialmente solubili nei solventi organici. L’estratto acetonico ha le caratteristiche di una materia resinosa ossidata.
Il tessuto scaricato delle materie eterogenee incrostanti trovasi in buon stato di conservazione, straordinaria data la provenienza dichiarata, tanto che si potrebbe su di esso determinare ancora la precisa composizione tessile ed in tutti i suoi elementi.
Di detto tessuto venne eseguita una microfotografia (allegate due copie micr. N.I) - ingrandimento 16 di diam.) spostando qualche filo di trama onde mettere meglio in evidenza i fili di catena di titolo più fine e più torti.
La lana è indebolita sensibilmente di tenacità: la struttura morfologica caratteristica di questa fibra è quasi intatta: il tessuto corticale embriciato è ben delineato e perfettamente visibile nella preponderanza delle fibre osservate, qualche fibra presenta contusioni lungo il tiglio e sfibrillature terminali. Chimicamente sono ancora percepibili per via microscopica quasi tutte le reazioni caratteristiche delle fibre animali. Della fibra del filato di catena è stata presa una microfotografia sotto ingrandimento di 43 di diam. (allegate due copie micr. N. 2).
La tinta bruna che ha il tessuto purgato a fondo delle materie incrostanti è dovuta in gran parte ad una combinazione piombica con i costituenti solforati naturali della fibra di lana. Questa colorazione deve verosimilmente essersi generata coll’andar del tempo per contatto del tessuto con altri derivati di piombo e che chi ha prelevato il campione dalla nave potrà precisare.
Sugli altri due campioni: “Gomena ricuperata sotto la carena della nave” e “cordicella ricuperata colla seconda ancora” non è stata possibile alcuna indagine sulla natura del costituente fibroso. Lo stato di fossilizzazione nonché la compattezza del materiale presentato in stato secco refrattario alla macerazione chimica, impedisce la disgregazione degli elementi cellulari.
Trattandosi di ricerche che interessano il ns. Governo e le persone benemerite che si sono accinte all’impresa del ricupero delle Navi di Nemi, questo Istituto non espone competenze, ben lieto di aver prestato la sua modesta collaborazione e di prestarla ancora per eventuali altre che fossero ritenute necessarie.
Coi più distinti saluti.
IL DIRETTORE
4 microfotografie.”

Allegato 3a
Regesto:
Fotografia raffigurante un particolare delle fibre di lana.

Trascrizione:
“Fibre di lana estratte dal tessuto protettivo della carena d’una delle navi di Nemi Ingr. 43 b. Milano 18-3-31 IX”

Allegato 3b
Regesto: Fotografia raffigurante un particolare del tessuto.
Trascrizione:
“Tessuto di lana protettivo della carena di una delle navi di Nemi Ingr. 16 d, Milano 18-3-31 IX”

Allegato 3c:
Regesto:
Fotografia raffigurante le fibre del filato di catena in due diversi ingrandimenti della seconda nave di Nemi

Consistenza: cc. 4 (incluso gli allegati)
Busta: 1
Fascicolo: 2
Nota dell’archivista: Firma mancante.
In allegato: n. 4 microfotografie rappresentanti “campioni di reliquati tessili di Nemi”.
Tipologia fisica: foglio
Supporto: carta
Descrizione estrinseca: Lettera dattiloscritta; mm 200x290.
Allegato 3a: mm 110x115;
Allegato 3b: mm 110x115;
Allegato 3c: mm 125x175.
Stato di conservazione: buono

INASA - All Rights Reserved